Come arredare al meglio la propria casa con i complementi d’arredo

Arredare una casa non significa solo scegliere il colore delle pareti, il materiale per i pavimenti o inserire i mobili principali nelle stanze. L’armonia di un arredo è fatta anche e soprattutto di complementi, che arricchiscono e valorizzano tutto il resto. Innanzitutto, bisogna decidere lo stile da dare alla propria abitazione (o anche al proprio ufficio) e seguirlo costantemente in ogni ambiente, come una sorta di fil rouge, così da avere una continuità visiva ovunque.

Uno stile moderno o minimale si abbinerà perfettamente con tavoli e sedie dello stesso tenore, in materiali quali l’ecopelle o il cristallo satinato. In tal senso, i complementi d’arredo La Seggiola rappresentano il giusto compromesso tra eleganza e praticità contemporanee, con linee essenziali ma morbide. Sul portale di questo marchio 100% italiano, si trovano anche soluzioni interessanti per la zona living, come librerie a giorno con ampi spazi per riporre oggetti e soprammobili, letti contenitore, scarpiere e appendiabiti classici o colorati.

Per caratterizzare al meglio un arredamento moderno, infatti, si possono scegliere tonalità neutre quali il bianco e il nero (con le varie sfumature di color crema o grigio) ma anche giocare con gli accostamenti cromatici più vivaci. In quest’ultimo caso, ovviamente, sarebbe opportuno non esagerare e limitarsi a determinati complementi: ad esempio, una cucina o un salotto ove prevalga il colore rosso, sedie e tappeti possono riportare la stessa sfumatura oppure azzardare qualche elemento in tinta complementare, ovvero il verde.

Anche le fantasie o le forme stravaganti sono da usare con cura perché possano spiccare in un contesto adeguato e non confondersi in una miscellanea di stili diversi. Si può inserire un appendiabiti divertente all’entrata e anche nella stanza dei più piccoli, oppure una lampada di forma e colore particolari in camera da letto, ma di sicuro bisognerebbe evitare di mettere entrambe le cose nello stesso ambiente, proprio per non appesantire l’atmosfera.

I complementi di arredo sono rappresentati pure da specchi e quadri e, anche in questo caso, le decorazioni non dovranno mai essere presenti in numero eccessivo, saturando tutto lo spazio delle pareti. Si può raccontare una storia con delle foto di famiglia, o scegliere soggetti simili dello stesso pittore e inserire specchi in bagno e in camera da letto perché siano utili. Uno specchio decorativo, però, può essere collocato anche nella zona d’ingresso, magari lungo fino a terra e ornato da una cornice elegante: meglio, però, evitare di inserirne troppi nello stesso ambiente, al fine di non creare un’atmosfera claustrofobica.

Questo è ancora più vero se lo stile generale della casa è antico o comunque più elegante. Specchi dal sapore barocco, assieme a lampadari dalle dimensioni e dalle rifiniture importanti, sono molto spesso la scelta preferita da molte persone e il rischio di appesantire l’ambiente con mobili e complementi eccessivi aumenta.

Se si opta per un divano e delle poltrone stile Luigi XVI, ovviamente, ogni complemento dovrà essere armonizzato ma preferendo oggetti più semplici. Una console antica con un candeliere sopra, oppure un vaso finemente decorato posto su una mensola sono sufficienti a completare un salotto già riccamente arredato.

Ovviamente, non bisogna dimenticare gli spazi esterni: anche un giardino dovrà avere i suoi complementi di arredo dedicati. Divani e sedie da esterno, tavoli per mangiare fuori in estate e magari un ombrellone colorato per ripararsi dal sole sono i principali elementi che è possibile ritrovare anche in una terrazza. All’esterno, però, si possono anche aggiungere piante e fiori in porta vasi particolari che fungono da veri e propri complementi, oppure integrare l’ambiente con piccole fontane, sculture in gesso o in pietra e persino un barbecue che ricordi un caminetto.

In generale, l’importante è sempre inserire elementi che si trovino in armonia con lo stile principale e che siano davvero utili o belli da vedere.

Puoi leggere anche: