Momendol cervicale

Momendol per cervicale: funziona? Come si usa, controindicazioni e prezzo

Momendol è un farmaco da banco, un antinfiammatorio dalla valida azione analgesica, utilizzato per contrastare la comparsa di diversi tipi di dolore, tra cui mal di denti, mal di testa e cervicale. Il farmaco è molto utilizzato anche per alleviare i sintomi febbrili. Il trattamento non deve durare più di 7 giorni, quindi, se i sintomi persistono è opportuno consultare il proprio medico.

Momendol è acquistabile in compresse, da ingerire con acqua a stomaco pieno, almeno ogni 8 ore. Momendol è uno dei farmaci consigliati per risolvere il problema sella cervicalgia, tuttavia, per ottenere reali benefici, deve essere assunto con cognizione di causa senza esagerare per non ricadere nei possibili effetti collaterali.

Momendol e cervicale: come assumerlo per ottenere benefici

Momendol è un farmaco potente, capace di contrastare diversi stadi infiammatori, in particolare la cervicale, un disturbo causato da problemi alle vertebre o da qualche contrattura ai muscoli di spalla e collo. Il disturbo può essere causato dal cattivo funzionamento delle strutture nervose, vascolari o ossee proprio all’altezza delle vertebre cervicali.

La cervicalgia è un’infiammazione davvero fastidiosa, che può estendersi all’altezza delle spalle e può essere causato da stati infiammatori, traumi, periodi di debilitazione e stress, postura errata e artrosi.

Momendol è un farmaco molto efficace per alleviare il fastidioso dolore alla cervicale. Il trattamento con Momendol prevede l’assunzione di una compressa ogni 8 – 12 ore. La terapia non deve essere prolungata per più di una settimana e se il disturbo persiste, è opportuno sospendere la cura e richiedere il parere del proprio medico curante. Nel caso in cui si dimentichi di prendere una compressa bisogna procedere rispettando la posologia, senza assumere una dose doppia.

Momendol: effetti collaterali e prezzo

Momendol può essere acquistato in qualsiasi farmacia. Il prezzo del farmaco è di 11,90 € per la confezione da 24 compresse rivestite e di 7,00 € per la confezione da 12 compresse. Come già ribadito, è opportuno rispettare le dosi sopra indicate per non rischiare possibili effetti collaterali. Un uso smoderato di Momendol compresse può causare sintomi quali:

  • Vomito
  • Diarrea
  • Nausea
  • Mal di stomaco
  • Colite
  • Stomatite
  • Vertigini
  • Cefalea
  • Sonnolenza
  • Brividi
  • Vista alterata
  • Prurito
  • Ecchimosi
  • Tachicardia
  • Anemia
  • Epatite

Alcuni degli effetti collaterali sopra elencati rientrano nelle controindicazioni rare. Tuttavia, è opportuno conoscere tutte le possibili cause di un uso improprio del farmaco, dovuti a un abuso del suo principio attivo, il naprossene, che può causare dei danni gravi all’organismo.

Momendol è un ottimo rimedio contro la cervicale, un fastidioso disturbo generato dall’infiammazione delle vertebre che può avere diverse origini e causare diverse intensità di dolore, determinando spesso un malessere così profondo, da coinvolgere spesso anche gli arti superiori. Iniziare una terapia a base di Momendol compresse, può essere la giusta scelta per risolvere il problema alla radice, fermando l’infiammazione che investe i tessuti.

Nel caso, in cui la terapia non sembri sortire alcun beneficio, è opportuno sospendere la terapia e richiedere il parere del medico o indagare più a fondo e comprendere l’origine del problema, per cercare così di risolverlo alla radice, senza provare terapie volte solo ad alleviare i sintomi.

Puoi leggere anche: