Coronavirus e sicurezza, ecco perché usare mascherine dpi

Gli eventi più recenti hanno richiesto una modifica delle abitudini consuete e l’impiego di un’ampia serie di accortezze. Per ridurre la diffusione del Coronavirus è infatti essenziale cercare di attenersi il più possibile alle indicazioni mediche suggerite dalle diverse istituzioni. Una delle linee guida più importanti prevede l’utilizzo delle ormai note mascherine, in special modo in tutti quei contesti dove può essere difficile mantenere il giusto distanziamento sociale.

L’emergere del Coronavirus ha reso necessario un cambiamento a livello globale delle abitudini e delle prassi sociali consuete.

Insieme ad altri tipi di accorgimenti, si è dunque imposta la necessità di utilizzare specifici strumenti che risultano particolarmente utili per la tutela della salute delle persone. A tal proposito, le mascherine costituiscono uno dei più importanti alleati nell’attività di contrasto del virus.

Ecco perché può risultare importante conoscere le caratteristiche dei modelli presenti in commercio.

Tra le diverse tipologie presenti sul mercato, le mascherine dpi rappresentano indubbiamente l’aiuto più valido nel garantire la sicurezza e la protezione da virus e batteri. All’interno di questa categoria di dispositivi, sicuramente i modelli più gettonati sono attualmente le mascherine chirurgiche di tipo II e le KN95 FFP2.

Mascherine contro il Covid: una tutela imprescindibile

Poiché il Covid-19 viene trasmesso proprio attraverso le eventuali gocce di saliva, si comprende appieno il perché sia di massima importanza indossare con costanza le mascherine dpi, soprattutto in contesti affollati e in cui non è possibile mantenere il distanziamento sociale.

Attenersi alle indicazioni suggerite dalle istituzioni, utilizzando i giusti dispositivi di protezione, è dunque l’unica via possibile per arginare e limitare al minimo la diffusione della problematica.

In questo senso, risulta quindi essenziale scegliere con cura i prodotti da acquistare. Gli strumenti prescelti devono infatti essere certificati egarantiti sotto diversi punti di vista.

Nello specifico, nel contrasto al Coronavirus è fondamentale che la mascherina presenti specifiche certificazioni, il marchio CE e la corretta classe filtrante, compatibile con le proprie necessità quotidiane e lavorative.

Da ultimo, il prodotto deve essere sempre conforme alle regolamentazioni conosciute, come per esempio la UNi EN ISO.

Assicurarsi prodotti che presentino queste caratteristiche non è semplice. Per questo è fondamentale, in fase di acquisto, rivolgersi soltanto a rivenditori sicuri e affidabili, anche quando si utilizzano i canali digitali.

A questo proposito, un punto di riferimento per la vendita di prodotti per la tutela della salute individuale è attualmente M-Mask, che sul suo portale mette a disposizione di aziende e privati un gran numero di mascherine, filtri, gel igienizzanti e altre soluzioni utili per limitare la diffusione del contagio.

Mascherine protettive: perché vengono impiegate?

Da diversi mesi a livello globale la mascherina è utilizzata con successo ogni qualvolta viene a mancare la distanza di sicurezza tra le persone. A questa condizione si aggiunge poi un altro fattore discriminante, ovvero la presenza di un possibile rischio di contagio.

L’emergere in contemporanea di queste due situazioni porta necessariamente a dover impiegare tanto le mascherine quanto il gel igienizzante nel caso in cui si entri in contatto con superfici potenzialmente contaminate.

È bene ricordare, inoltre, come la mascherina sia indispensabile quando si ha a che fare o ci si prenda cura di soggetti anziani oppure con problematiche connesse a un abbassamento delle difese immunitarie. In questo modo si ha la sicurezza di limitare le occasioni di contagio per se stessi e per gli altri.

Attualmente, infatti, rimane determinante l’impegno di tutti per ottenere risultati soddisfacenti in merito alla riduzione della diffusione del virus, sia nel corso della quotidianità che sul posto di lavoro.

Puoi leggere anche: