Il rapporto tra gli italiani e il dentista: le statistiche da conoscere

Cosa dicono i numeri sul rapporto tra gli italiani e il dentista? Sembra proprio che il numero di “denti bianchi” del bel Paese sia destinato a diminuire, almeno questo è quello che dicono i numeri dell’infografica “Gli italiani dal dentista: abitudini e statistiche” pubblicata dallo studio dentistico Masterdent, ma perché?

Uno dei fattori che incide maggiormente è il fatto che le cure odontoiatriche sono giudicate troppo costose dai pazienti e quindi ci si pensa due volte prima di recarsi dal proprio dentista di fiducia. Questa tendenza può essere vista come una delle tante ricadute della dura crisi economica che ha spinto molte persone a tagliare le spese, a partire proprio da quelle potenzialmente più pesanti come quelle relative al conto del dentista.

Sono sempre meno le persone che ricorrono alle cure del dentista sul lungo periodo. In molti cercano soluzioni meno costose, ma spesso, più rischiose, con trattamenti sanitari non adeguati. Ma quanto spesso si prenotano visite e quali sono i principali motivi che portano le persone ad andare dal dentista? Quali sono i prezzi medi dei trattamenti nel nostro Paese?

Le statistiche in Italia

Meno del 40% degli italiani si reca dal dentista e molti di quelli che possono permetterselo lo fanno una volta l’anno. Si calcola che fino all’85% delle persone rinunci al dentista a causa del fattore economico.

I problemi che portano ad andare dal dentista nascono spesso a monte: sono causati da cattive abitudini di igiene orale. Si calcola infatti che solo il 33% degli italiani lavi i denti almeno una volta al giorno e sono addirittura il 25% coloro che li lavano nei momenti in cui hanno tempo o se ne ricordano.

Questi dati a loro volta spiegano perché solo 3 italiani su 10 oltre i 40 hanno ancora tutti i denti naturali.

Inoltre, il 50% delle persone afferma di non essere soddisfatto del colore dei propri denti, evidentemente a causa di una scarsa attenzione e di una scorretta alimentazione.

Il problema dei costi

 

Come evidenziato poco prima, il problema principale che porta le persone lontano dal dentista è quello economico. I costi di alcune specifiche operazioni risultano essere troppo elevati e molte persone tendono, quindi, a rimandare il momento in cui effettueranno l’ingente esborso.

A resistere in Italia sono soprattutto le operazioni di screening e di pulizia dei denti. Queste ultime rappresentano un fatturato stimato di oltre 30 milioni di euro in Italia.

Chi va dal dentista lo fa principalmente per 5 tipi di operazioni:

  1. Le visite di controllo e pulizia dei denti
  2. Le ricostruzioni dentali
  3. Le riabilitazioni funzionali
  4. Le estrazioni
  5. L’installazione di apparecchi odontoiatrici

La scelta del dentista giusto

 

Quando si va dal dentista lo si fa affidandosi agli studi tradizionali, nel 90% dei casi. Questo è dovuto all’instaurarsi di rapporti di fiducia. Solo il 5% sceglie le catene odontoiatriche perché portano un certo risparmio.

Un altro 5% si affida alla sanità pubblica per riuscire a risparmiare qualcosa.

Puoi leggere anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *