Anziani e disabili: tutto quello che c’è da sapere sul servizio di accompagnamento

Il problema degli anziani che vivono da soli è una questione allarmante, soprattutto quando a questa condizione si aggiunge anche quella della disabilità.

Secondo le rilevazioni del Laboratorio politiche sociali del Politecnico di Milano, nel nostro Paese il 40% degli over 74 vive solo, per un totale di 2,5 milioni di persone a rischio e una previsione di aumento di oltre 1 milione di individui entro il 2045, per un totale che potrebbe raggiungere i 3,6 milioni di anziani soli nei prossimi 25 anni.

Dall’ultima fotografia del 2019 realizzata dall’Istat sul mondo della disabilità, inoltre, in Italia si contano oltre 3 milioni e 100 mila persone colpite da questa problematica, di cui 1,5 milioni hanno più di 75 anni d’età. Un dato preoccupante riguarda gli oltre 600 mila disabili privi di qualsiasi aiuto, inoltre meno della metà mantiene una vita sociale attiva e meno di un terzo svolge un’attività lavorativa, con percentuali più basse per le donne.

Tuttavia al giorno d’oggi esistono delle soluzioni efficaci, con servizi di assistenza in grado di offrire un sostegno importante per le necessità delle persone più deboli.

Come funzionano i servizi di accompagnamento per disabili e anziani

Per migliorare le condizioni di vita delle persone vulnerabili è possibile rivolgersi ad aziende specializzate come UGO, dove trovare operatori di fiducia che operano su gran parte del territorio italiano.

Ad esempio, l’accompagnamento per disabili e anziani a Roma è un servizio di assistenza pensato per il supporto delle persone più fragili, per garantire a tutti l’accessibilità a una vita degna e quanto più possibile autonoma in una realtà vivace, dinamica e piena di opportunità come quella nella capitale.

Con UGO è possibile prenotare online o telefonicamente un operatore specializzato, con la possibilità per la persona anziana o disabile di costruire un rapporto umano, unico e ricorrente con lo stesso operatore per tutti i servizi.

In questo modo è possibile ritrovare la propria indipendenza, con ricadute positive anche sulla salute e l’approccio emotivo alla vita, ricevendo sostegno per sottoporsi a visite mediche e controlli sanitari, realizzare trattamenti e terapie, ma anche per svolgere attività comuni come fare la spesa, pagare le bollette o gestire le pratiche burocratiche.

I servizi di accompagnamento vengono effettuati nel rispetto di apposite linee guida contro la diffusione del Covid-19, con specifici protocolli che consentono di garantire la massima tutela della salute di disabili e anziani, norme che sono approfondite attraverso percorsi di formazione realizzati in modo accurato per fornire elevati livelli di sicurezza sanitaria.

Ciò permette di evitare l’isolamento forzato delle persone non autonome, assicurando la continuità di cure ed esigenze quotidiane, per un’adeguata accessibilità ai servizi anche da parte delle persone non autosufficienti.

A questa possibilità si aggiunge anche quella di delegare le commissioni direttamente al proprio operatore di fiducia, così da assicurare la massima tranquillità e soddisfazione anche di tutti coloro che in questo periodo preferiscono limitare le uscite per ridurre i rischi di contagio legati alla frequentazione di ambienti pubblici.

Come si svolge un servizio di accompagnamento per anziani e disabili

Il funzionamento dei servizi privati di accompagnamento è piuttosto semplice, infatti basta richiedere un preventivo gratuito online, tramite email oppure contattando l’apposito centralino telefonico.

Dopo aver ricevuto una proposta su misura è possibile scegliere liberamente il servizio desiderato, con soluzioni personalizzate adatte alle proprie esigenze personali, dall’uso del mezzo più indicato per il trasporto, al numero di ore per le quali è necessario il supporto di un operatore di fiducia.

Dopodiché, basta confermare il servizio e definire gli ultimi dettagli, con pagamento da realizzare soltanto dopo la prestazione e corredato di un feedback sulla qualità dell’esperienza.

Ciò consente di migliorare continuamente il servizio, assicurando la massima trasparenza a tutti gli utenti. Inoltre, è possibile ottenere aggiornamenti periodici durante l’attività svolta, in questo modo i familiari della persona anziana o disabile possono rimanere sempre a conoscenza di ogni sviluppo, per la massima serenità di tutte le persone coinvolte.

Accompagnamento di disabili e anziani: quali sono i vantaggi di questi servizi?

Le esigenze di salute e benessere di anziani e disabili vengono spesso dimenticate, una situazione resa ancora più evidente durante la pandemia di Coronavirus.

L’introduzione di restrizioni sociali ha sollevato il problema dell’assistenza nei confronti delle persone più fragili, con gli standard dei servizi pubblici non riescono il più delle volte a garantire un’adeguata accessibilità da parte di queste categorie vulnerabili.

I servizi di accompagnamento privati possono fornire un’integrazione fondamentale, aumentando l’autonomia di over 65 e persone con disabilità con ricadute positive sulla salute psicofisica.

Spesso una persona sola tende a deprimersi e si espone maggiormente a disturbi come ansia e stress, inoltre ha più difficoltà nel seguire terapie e trattamenti sanitari essenziali, sottoporsi a visite ed esami preventivi ed espletare anche le commissioni più comuni.

Un sostegno specializzato permette di migliorare la gestione della quotidianità di disabili e anziani, offrendo una soluzione concreta per soddisfare tutti i principali bisogni, facendo in modo che si possa sempre mantenere uno stile di vita consono alla dignità delle persone. Ciò consente di tutelare le categorie deboli, sfruttando le potenzialità fornite dal connubio tra welfare pubblico, assistenza informale e supporto privato.

Puoi leggere anche: