respirazione corretta

Respirazione corretta: ecco come farla e perché è importante respirare bene

Respirare bene può contribuire a migliorare la qualità della vita di un individuo, in quanto può essere utile per aiutare a non sprecare una serie di possibili benefici che riguardano la mente e il corpo. Aprire bene i polmoni e fare entrare l’aria, regolandone il passaggio rappresenta un esercizio naturale e semplice da compiere.

Se il respiro viene considerato un atto meccanico che l’organismo compie per garantire la propria sopravvivenza, molte persone alterano involontariamente questo processo oppure apprendono metodi di respirazione scorretta che possono portare a lungo andare a delle possibili conseguenze per tutto il corpo. Scopriamo insieme perché è importante respirare bene e come fare.

Perché è importante respirare bene?

Anche se respirare è un processo naturale del nostro corpo, esiste una grande differenza tra il respirare per sopravvivere e il respirare per trarne possibili benefici fisici e mentali. La respirazione è un processo che coinvolge il sistema respiratorio, quello cardiovascolare, neurologico, gastrointestinale e muscolare.

Inoltre, sembra essere in grado di sortire un possibile effetto benefico sulla salute mentale. Se da una parte può essere vero che i nostri pensieri influenzano il respiro (ad esempio l’iperventilazione di chi ha attacchi di panico), anche il meccanismo opposto sembra essere molto efficace.

Controllando il modo in cui respiriamo possiamo alterare i nostri schemi mentali, attivando ad esempio la reazione di attacco o fuga quando le emozioni negative prendono il sopravvento. Il risultato potrebbe essere quello di ottenere una mente calma, lucida e razionale che ci consenta di prendere le decisioni.

La respirazione svolge un ruolo molto importante anche sulla concentrazione, sulla memoria e qualità del sonno. Ecco perché chi respira male può avere delle conseguenze negative sulla salute generale. Il processo di respirazione, pertanto, è la base di ogni azione che compiamo, e cambiare il modo in cui respiriamo può influenzare tutti gli aspetti del nostro organismo.

Quali sono i possibili effetti benefici di una corretta respirazione?

Il respiro come abbiamo detto, governa il nostro modo di vivere. Si tratta di un’azione che compiamo di continuo senza nemmeno accorgercene. Da una corretta respirazione derivano una serie di possibili benefici per il nostro benessere psico-fisico. Una buona respirazione:

  • può aiutare a calmare il dolore fisico: respirare in modo profondo e controllato può aiutare a distendere i muscoli contratti, aiutando a diminuire il dolore che ne deriva;
  • può aiutare a rilassare la mente: allontanando stress, preoccupazioni;
  • può aiutare a favorire il buon umore: concentrandosi sul respiro si può rilassare la mente;
  • può aiutare a migliorare la circolazione: una corretta respirazione associata a una regolare attività fisica, a uno stile di vita sano e una corretta alimentazione può aiutare a favorire il benessere cardiovascolare;
  • può aiutare a eliminare le tossine: una corretta respirazione può aiutare ad espelle l’anidride carbonica, un residuo tossico che deriva dai processi metabolici del corpo che deve essere espulsa regolarmente;
  • può aiutare a migliorare la digestione: l’apparato digerente può trarre un possibile beneficio da un corretto funzionamento del diaframma. Una respirazione profonda può aiutare a stimolare il transito intestinale;
  • può aiutare a ricaricare l’energia: utile per affrontare al meglio ansie, stress, nervosismo e preoccupazioni.

Come respirare bene?

Una corretta respirazione deve avere tre caratteristiche principali:

  • essere lenta e controllata;
  • deve avvenire solo mediante il naso;
  • deve fare lavorare bene il diaframma.

Per potere attuare una corretta respirazione, gli esperti consigliano di praticare degli esercizi:

  • esercizio numero 1: da una posizione supina poggiare le mani sul ventre, inspirare consapevolmente l’aria verso il ventre, fermandosi a sentire come il diaframma sia spinto verso il basso fino a espandere la parete toracica. Al momento dell’espirazione occorre prestare attenzione all’abbassamento del ventre e all’innalzamento del diaframma che riduce lo spazio a disposizione per i polmoni;
  • esercizio numero 2: si tratta di un esercizio respiratorio che consiste nell’annusare il profumo dei fiori. Attraverso questo semplice gesto, le alette nasali si restringeranno leggermente, mentre il risucchio che proviene dal diaframma può aiutare a rinforzare il muscolo favorendo la circolazione venosa. L’azione di annusare può avere dei possibili effetti benefici sulla nostra cassa toracica e sui bronchi, utile perché può aiutare a favorire l’espirazione in modo completo e profondo.

Si consiglia di rivolgersi a un esperto per essere guidati in queste pratiche di respirazione, in modo da potere avere delle indicazioni precise su quali esercizi compiere.

Puoi leggere anche: