Donne chef: chi sono le migliori?

La cucina è sempre stata considerata il regno delle donne, ma fino a pochi anni fa gli chef più noti erano tutti uomini. Oggi, cinque donne chef su dieci fanno fatica ad aprire il proprio ristorante, e poco più della metà vede riconosciuto il proprio lavoro.

Perché le donne chef sono ancora poco note?

Di sicuro, non è per una mancanza di talento. Nel 2017, la migliore donna chef italiana, la calabrese Caterina Ceraudo, ha ottenuto una stella Michelin nel 2013, gestisce il ristorante di famiglia, all’interno di un’azienda biologica, ed è stata apprezzata per la sua cucina moderna e semplice.

Proprio lei, in un’intervista al Corriere della Sera, a parlare della necessità di riconoscere un bravo chef in base ai propri meriti, e non per il genere.

In Italia, le chef stella sono all’incirca quarantacinque, sulle centotrentaquattro al mondo. Ma perché ancora sono così poche rispetto agli uomini? Le risposte che danno le stesse donne chef sono diverse. Alcune rispondono che tra la famiglia ed altri impegni, non hanno il tempo di emergere come vorrebbero, mentre altre non riescono ad auto promuoversi come vorrebbero, a dispetto dei colleghi maschi.

Le donne chef più note

Di sicuro, chi segue programmi di cucina come, Top Chef Italia, Masterchef  Italia e Chopped Italia, non potrà non conoscere Annie Fèolde, chef con tre stelle Michelin, del ristorante fiorentino “Enoteca Pinchiorri”, che ha aperto lei stessa con il marito, oppure Antonia Klugmann, chef triestina e nuove giudice di Master Chef Italia nella settima stagione, o Rosanna Marziale, chef campana, famosa per le sue ricette con la mozzarella.

Oltre ad Annie Fèolde, in Italia, le tre stelle Michelin sono state assegnate a Nadia Santini. Chef di origine vicentine, il cui ristorante si trova nel comune del Canneto sull’Oglio (Mantova), nel 2013 è stata premiata come “miglior chef donna del mondo”, al concorso The World’s 50 Best Restaurants.

Secondo la Guida Michelin del 2017, su centotrentaquattro donne chef la maggior parte sono italiane, seguite dalle americane e dalle spagnole. Nella lista dei chef al mondo, tra i primi dieci purtroppo le donne non rientrano, attualmente, ma nella classifica dei migliori chef italiani, Nadia Santini è al quarto posto.

Concludendo, non si può dire che le chef donna non emergano per mancanza di talento, e le giovani che vogliono diventare chef, non hanno ragione di scoraggiarsi, se dimostrano di voler emergere e ci mettono impegno. La cucina è un’arte e una scienza, e non è preclusa a un solo genere.

Puoi leggere anche: