Il fascino delle bionde

Da sempre, le donne dai capelli biondi suscitano le più diverse emozioni, dall’ammirazione all’invidia. La storia delle donne “bionde” è molto complessa, ma ancora oggi suscitano un certo fascino. Basta pensare a Marylin Monroe, una delle attrici più ammirate di sempre, diventata una vera e propria icona, senza eguali.

Il “mito” delle bionde

Fin dall’antichità, le donne bionde hanno esercitato un certo fascino. A cominciare dall’antica Grecia: molte dee vengono descritte con i capelli biondi, a comincia da Afrodite (Venere per i romani), dea dell’amore e della bellezza, nata dalla spuma del mare.

Ma se nell’antichità le donne bionde venivano addirittura venerate, nel Medioevo l’oro dei capelli cominciava a suscitare timore, per poi essere di nuovo apprezzato nel Rinascimento, grazie alle opere di molti pittori, come Botticelli.

Oggi, invece, i capelli biondi vengono associati alla giovinezza, alla femminilità e alla bellezza in generale. Questo colore di capelli è in grado di ammorbidire i lineamenti del viso e valorizza i volti più maturi.

Grazie anche all’aiuto dei mass-media, la donna bionda con occhi chiari è diventata un sinonimo di bellezza, lanciando anche il luogo comune che le donne che li portano siano affascinanti, ma non è sempre così. Ci sono uomini, ad esempio, che preferiscono le donne mediterranee, abbronzate e scure di capelli.

Quanto sono popolari oggi le bionde?

Uno studio condotto da Ipsos nel 2005 rivela che solo il 28 % degli uomini preferiscono le donne bionde. Da questa ricerca si potrebbe concordare su quello che diceva la scrittrice Anita Loos: gli uomini preferiscono le bionde, ma sposano le brune. Che il mito della bionda sia sfasato? Forse. Ma è anche vero che le bionde naturali non sono molte, oggi.

Il colore biondo conferisce alla donne un aspetto più giovane, ma molte, preferiscono una tinta di colore che sia più naturale, adatto al proprio incarnato. Naturalmente, molto dipende anche dalla tonalità di biondo. Un biondo color miele, ad esempio, è di sicuro più naturale, mentre un biondo platino è più freddo.

Sembra falso anche quel luogo che sostiene che le donne bionde siano belle, ma svampite. I risultati di una ricerca condotta dalla Ohio State University, hanno dimostrato che la maggior parte delle bionde ha un QI medio di 103,2, più alto di quello delle donne castane, rosse e more. Un risultato simile, è stato riscontrato tra gli uomini.

Inoltre, sembra che le donne dai capelli biondi siano più pagate delle altre, secondo degli studi dell’Università del Queensland.

Puoi leggere anche: