Fotografo per matrimonio: quali sono i costi?

Il matrimonio è considerato da molti il giorno più importante e bello della vita di una coppia. Proprio per questo non c’è coppia che non voglia portarne un ricordo bello e indelebile per sempre, sia nel proprio cuore che, per così dire, nei propri “occhi”.

Una delle scelte più importanti riguardo al proprio matrimonio è infatti quella del fotografo. Il fotografo per il matrimonio ha infatti una grossa responsabilità sulle proprie spalle: deve immortalare al meglio i momenti più belli ed emozionanti di questa giornata speciale.

Oltre alla qualità del servizio e del prodotto finale, è ovvio che le coppie ricerchino anche, per quanto riguarda il costo fotografo matrimonio, il rapporto qualità prezzo migliore. Ma da cosa dipende questo costo? In realtà da molti più fattori di quanto si possa pensare.

Innanzitutto si deve pensare che ogni fotografo è praticamente un libero professionista, e quindi i prezzi non potranno mai essere uguali e ben definiti. Inoltre è possibile incappare in moltissime offerte e super sconti, ma bisogna saper distinguere da quelle che sono vere e proprie fregature, da quelle che invece sono delle offerte reali, come possono essere ad esempio i 6 pacchetti personalizzabili del fotografo Matteo Scorza.

Passiamo quindi ad esaminare quali sono i costi che un fotografo per matrimoni deve affrontare e che andranno ad influire sulla spesa degli sposi.

Quali sono le spese che affronta un fotografo libero professionista?

Elenchiamo di seguito quelle che sono le spese possibili di un fotografo:

  • un fotografo onesto deve ovviamente pagare le tasse e un commercialista, che possono anche avere un certo peso sulla sua economia.
  • l’attrezzatura fotografica di ultima generazione e il più completa possibile ha solitamente dei costi piuttosto elevati
  • è necessario che un fotografo si aggiorni spesso tramite work-shop e corsi di aggiornamento, per non restare indietro su nuove tendenze e tecnologie
  • anche il mezzo di trasporto con cui si muove ha dei costi di gestione, così come l’eventuale team che lo accompagna
  • il fotografo necessita di mantenere il suo studio fotografico
  • molti liberi professionisti investono in pubblicità e competenze extra
  • anche il tempo che viene impiegato per formulare il progetto e fare le proposte ai sposi ha, giustamente, un suo costo.

E a proposito di questo, è bene anche tenere presente di tutto il tempo che un fotografo dedica a un determinato progetto fotografico per il vostro matrimonio. Se si vuole fare una stima del tempo possiamo dire che ci vogliono circa due ore per fare un preventivo completo, tre ore per immortalare i preparativi degli sposi e spostarsi nelle varie location, circa otto ore per la durata di tutto il matrimonio, 8 ore per la post produzione; in tutta siamo giunti a circa 21 ore di lavoro.

Di conseguenza, nel costo di un fotografo per matrimoni si deve tener presente tutto questo. Facendo un calcolo che tenga in conto quanto sopra elencato, se vogliamo dare una tariffa oraria, possiamo dire che un prezzo onesto si di non meno di 40 euro all’ora. In tal modo per un servizio completo si arriverebbe a 800 euro circa.

Ovviamente questo è un prezzo indicativo, e a seconda del fotografo e dell’offerta proposta questo può crescere anche di molto. Quando invece si abbassa di troppo si deve andare a porsi qualche domanda: dove ha collocato il suo risparmio il fotografo in questione?

Se si risparmia a discapito della qualità bisogna poi fare i conti con il risultato finale e con le foto e video che resteranno per sempre. Non poter sfoggiare questi bei ricordi nella propria casa e non avere delle belle immagini del giorno più bello della propria vita può far rimpiangere amaramente di aver risparmiato troppo e di non essersi affidati a professionisti seri a costi onesti. Occhio quindi a non cadere in questo errore!

Puoi leggere anche: