Scarlattinetta: sintomi, cause e rimedi

Spesso si sente parlare di Scarlattina, malattia spesso erroneamente associata alla Varicella che, però, ha sintomi molto simili. La Varicella ha una radice completamente diversa poichè appartiene allo stesso ceppo degli Herpes che si suddividono in Simplex: in questo caso o Zorster, nel caso del fuoco di Sant’Antonio.

La Scarlattina è una malattia completamente diversa che non ha nulla a che vedere con una sintomatologia di questo tipo. Esiste però anche quella che viene definita volgarmente Scarlattinetta, ovvero una sorta di piccola variante della scarlattina stessa che colpisce solitamente i bambini.

Cos’è la Scarlattinetta?

La Scarlattinetta è una variante più lieve della più comune scarlattina. E’ conosciuta meglio come quarta malattia, perchè, mentre la scarlattina è una malattia praticamente obbligatoria che tutti i bambini fanno, la Scarlattinetta è più rara. Viene chiamata quarta malattia proprio per l’ordine di comparsa nel bambino.

Al morbillo, in seguito alla scarlattina e alla rosolia, ecco che come quarta malattia dovrebbe comparire la scarlattinetta. Molto spesso Morbillo e rosolia non vengono fatti dal bambino perchè vaccinato con quella che viene chiamata “trivalente” contro morbillo, parotite e rosolia. In particolar modo queste tre malattie, potrebbero avere complicanze anche molto gravi se fatte da adulti e la via migliore è sicuramente quella del vaccino. La scarlattinetta, invece, non ha problematiche particolari ma ha un decorso simile a quello della scarlattina.

Caratteristiche e cura

Essendo una malattia esantematica dei bambini è molto infettiva e di conseguenza sarà molto semplice, per il bambino, contrarla in tenera età. Questa tipologia di malattie infettive vengono contratte quando il bambino è ancora all’asilo e, di conseguenza, spesso non ci si ricorda di averle fatte.

Sul corpo del bambino appaiono piccole macchioline rosse e pruriginose che egli farà molta fatica a non grattare. Altri sintomi che spesso compaiono sono febbre, sonnolenza, vomito, diarrea e talvolta anche ingrossamento dei linfonodi.

Non è sempre semplice da individuare perchè inizialmente silente e quando avviene l’eruzione cutanea visibile si è già in uno stato avanzato e i sintomi sono più evidenti. La cura necessaria quando si è affetti da scarlattinetta è antibiotica, nonostante non sia considerato un batterio patogeno.

Il bambino dovrà stare a riposo per circa una settimana ed è molto importante che eviti di grattarsi per non avere poi cicatrici da adulto. Spesso la scarlattinetta, come le altre malattie esantematiche, viene trasmessa molto facilmente perchè si trasmette nel periodo di incubazione, quando ancora non si sa di averla.

Puoi leggere anche: