Bambini e Alimentazione Estiva

In estate la parola d’ordine è il relax, ma è una stagione che comporta anche alcuni rischi. Il caldo e l’afa rappresentano una minaccia anche e soprattutto per i più piccoli e i problemi che possono causare vanno combattuti anche attraverso la giusta alimentazione.

Durante la stagione estiva che per i bambini e ragazzi significa essenzialmente vacanza, è il gran caldo a far da padrone e questo causa anche cambiamenti nell’alimentazione che non sempre hanno un impatto salutare sulle loro abitudini.

Per i piccoli lattanti il caldo porta a una riduzione dell’appetito e con essa anche qualche piccola ansia per le mamme, invece per i bambini in età scolare e prescolare si assiste a variazioni del ritmo del sonno, al rifiuto della colazione e una continua ricerca di bevande zuccherate e fredde che vanno a sostituire l’esigenza di acqua.

La frutta e verdura in questo periodo vengono ancora di più ignorate in favore di un consumo esagerato di gelati, che non rappresentano certo un toccasana per la salute.

alimentazione estiva bambini

8 Regole per l’alimentazione del babino

Abbiamo realizzato qui una guida pratica con 8 regole da seguire per l’alimentazione estiva dei bambini. Si tratta di piccoli accorgimenti che sono in grado di unire al relax di questo periodo anche il benessere che deriva dal rispetto di alcune semplici regole.

  1. Assunzione di liquidi: se è vero che il caldo porta a una riduzione dell’appetito in tutte le età, non fanno eccezione nemmeno i bambini al di sotto dei 2 anni di età. In questo periodo la cosa più importante è mantenersi idratati, sebbene possa capitare che il biberon venga rifiutato sarà il caso di sostituirlo con del latte freddo o con uno yogurt fresco.
  2. Non forzare: assodato che sia naturale assistere a una riduzione dell’appetito bisogna ricordarsi che è importante non forzare il piccolo a finire la sua porzione. Il bambino ha già dalla nascita i suoi ritmi di alimentazione e crescita, variabili da soggetto a soggetto, in estate però diventa più frequente che si rifiuti la pappa. Per questo sarà importante continuare a proporgli un pranzo completo senza forzarlo.
  3. Variare l’alimentazione: tra i 2 e i 4 anni ogni bambino è soggetto alla famosa fase dei “no”. Sembra che in questa fase si rifiutino anche alimenti ai quali erano normalmente abituati, per questo è importante continuare a proporgli un’alimentazione completa ricca di frutta e verdura anche in piccole porzioni sistemate in piatti grandi su tavole dove abbondano i colori.
  4. La prima colazione: quando i bambini sono più grandi tendono a restare svegli fino a tardi soprattutto d’estate e questo comporta che svegliandosi più tardi non facciano colazione. Questa però è una cattiva abitudine che va abbandonata subito. Saltare la colazione è sempre un male per questo è compito delle mamme imbandire una bella tavola invitante con tanto di frutta, marmellata e prodotti da forno che garantiscano una sana colazione.
  5. L’importanza dell’acqua: durante l’arco della giornata il caldo porta ad avere sete ma spesso i nostri bambini ricercano come risposta bevande gassate zuccherate (eventualmente integrate) che apportano calorie, favorendo il sovrappeso e senza soddisfare il desiderio di dissetarsi. Un ragionamento analogo può essere fatto anche per i piccoli lattanti: in risposta al pianto, la madre propone latte o tisane di vario tipo. L’unico modo di dissetare il proprio figlio è quello di assumere acqua, a tutte le età, non troppo ricca di minerali come ad esempio il sodio;
  6. Servire alimenti freddi: può capitare che soprattutto in estate vengano rifiutati alimenti cotti e caldi come carne o pesce e non è sano ricorrere subito ad alimenti precotti o fritti e impanati pur di convincere il bambino a mangiare. Sarebbe meglio cercare di servire alimenti freddi semplici. Una buona idea a riguardo possono essere delle insalatone colorate.
  7. Frutta e verdura: se la frutta e la verdura non vanno proprio a genio al proprio bambino è una buona idea preparare delle macedonie colorate da offrire come spuntino. Altra idea possono essere gli spiedini e ghiaccioli di frutta fatta in casa.
  8. Come regolarsi con il gelato: con il gran caldo e la golosità dei bambini il gelato è davvero il re della stagione estiva per loro. Il problema è che questo alimento ha un apporto calorico davvero eccessivo quindi se il bambino è in sovrappeso sarebbe meglio limitarne il consumo e tenere il gelato come premio, magari dopo una bella passeggiata.

 

Puoi leggere anche: