Come scegliere il siero viso antirughe più adatto alla tua pelle

Con l’età, la pelle tende ad invecchiare perché la produzione di collagene ed elastina, elementi principe del sistema connettivo umano, diminuiscono drasticamente. Ciò comporta la comparsa di rughe e segni d’espressione che, soprattutto per una donna, sono motivo di preoccupazione costante. Per questo, molte decidono di affidarsi a creme e sieri antirughe per contrastare o persino per prevenire questi inestetismi.

Nella scelta del prodotto più adatto, ovviamente, vanno presi in considerazione fattori molto personali quali, innanzitutto, l’età. Se le rughe non sono ancora comparse o sono appena accennate, è sufficiente un siero leggero che idraterà dolcemente la pelle ancora giovane, contrastandone la formazione; quando il problema diventa più persistente, invece, occorre intervenire con prodotti a base di acido ialuronico e retinolo, per ripristinare i normali livelli di collagene. Un ottimo prodotto, adatto a tutte le età è certamente il siero antirughe di Acqua alle Rose con estratti di ben 5 rose diverse.

Per la sua versatilità, può essere impiegato sul viso e sul contorno occhi sia di giorno che di sera, così come combinato con altre creme. Basta massaggiarne una piccola quantità fino all’assorbimento completo e agirà in poco tempo, grazie alla sua formula concentrata. I fiori impiegati, come già accennato, sono 5 varietà di rose nobili.

La prima è la rosa damascena, dall’azione tonificante, che interviene sulle rughe e le previene; vi è, poi, la rosa canina che è un’ottima antiage e stimola il metabolismo cellulare; l’olio di rosa mosqueta agisce come antiossidante rallentando il processo d’invecchiamento e la rosa centifolia lenisce dagli stati infiammatori, ridonando colore alla pelle spenta. Infine, non manca un’azione idratante data dall’acqua distillata di rosa gallica. 

Nella formazione delle rughe, infatti, uno dei fattori scatenanti è senza dubbio la secchezza della pelle. Con il passare del tempo, specie se si tende ad avere ipersensibilità e arrossamenti, la scarsa idratazione contribuisce a segnare il viso con rughe intorno agli occhi e occhiaie. Mantenere un equilibrio ottimale di sebo è fondamentale, quindi, per combattere le rughe. Ciò è vero anche in caso di pelli tendenzialmente grasse: in questo caso, però, sarebbe bene idratare bilanciando con creme dalla formulazione astringente con estratti di vitamina C.

Gli oli idratanti delle creme antirughe, solitamente, non ungono mai eccessivamente la pelle: olio di oliva, olio di argan e di jojoba sono quelli maggiormente impiegati, soprattutto grazie alle loro proprietà lenitive. Una pelle secca, infatti, non solo può far comparire rughe e segni d’espressione, ma anche arrossarsi e screpolarsi, quindi bisogna usare elementi dall’azione emolliente e antinfiammatoria.

Le rose contenute nel siero senza età non solo conferiscono un profumo gradevole alla formulazione, ma racchiudono tutte queste caratteristiche citate e sono persino ottimi antibatterici naturali. Ovviamente, come ogni crema antirughe, dovrà essere supportata da uno stile di vita sano che limiti i fattori di rischio che possono portare all’invecchiamento precoce della pelle.

L’eccessiva esposizione ai raggi solari, specie gli UV, così come l’abitudine di sottoporsi a frequenti lampade abbronzanti può far comparire le rughe prima del tempo; allo stesso modo, il freddo invernale e l’aria secca disidratano l’epidermide e il fumo fa persino peggio, perché penetra fin negli strati più profondi del derma, danneggiando le strutture cellulari e la produzione di collagene.

In generale, basta detergere correttamente (e mai eccessivamente) il viso usando saponi neutri, impiegando un trucco leggero e di buona qualità, avendo cura di rimuoverlo a fondo la sera, e concludere con creme antirughe e sieri che supporteranno il metabolismo cellulare.

Puoi leggere anche: