Gli esercizi per pancia piatta e glutei sodi

L’esercizio fisico, di qualunque natura esso sia, è sempre un grande alleato per il dimagrimento e per il mantenimento di una forma fisica ottimale sia dal punto di vista estetico che per quanto riguarda la salute. L’ideale sarebbe poter alternare diverse tipologie di esercizi così da poter allenare tutto il corpo e render la struttura fisica più armonica, oltre che a migliorare il metabolismo da ogni punto di vista.

Sicuramente uno dei punti su cui le donne più desiderano migliorare e su cui ci si concentra di più sono la pancia e i glutei proprio perché sono i due punti chiave dove si accumula il grasso in eccesso e su cui lavorare è più complicato e i risultati non si vedono in modo immediato.

Gli esercizi corretti e mirati per avere una pancia piatta e perfetta sono di certo gli addominali che sono in grado di far lavorare tutto il busto contraendo ritmicamente i muscoli dell’addome in modo uniforme.

È importante non iniziare con un allenamento sfiancante che farebbe perdere la voglia a chiunque di fare esercizi perché troppo impegnativo e pesante. L’ideale sarebbe partire con tre serie da 25 ripetizioni l’una intervallando 10 secondi di respirazione tra una serie e l’altra per avere un minimo di recupero fisico che ci permetta di proseguire nell’allenamento.

Man mano che si vedono progressi e soprattutto che si vede un miglioramento della fatica impiegata per far gli esercizi si può aumentare la portata degli stessi incrementandone il numero progressivamente senza esagerare.

Per quanto riguarda il lavoro sui glutei gli esercizi da fare sono invece molteplici perché è importante concentrarsi sul gluteo ma cercando di allenare anche tutta la gamba per poterla snellire fino in fondo.

Per snellire la gamba e rafforzarla la scelta migliore è la cyclette, un paio di volte alla settimana per mezz’ora al giorno per evitare di sovraccaricare i muscoli. Per quanto riguarda i glutei la scelta migliore sono gli squat, ovvero i piegamenti che vadano a premere sulla pianta del piede e che facciano compiere al gluteo l’allenamento adatto alla sua tonificazione.

Gli squat, per chi non ha mai provato, sono un allenamento piuttosto impegnativo e quindi è preferibile cercare di iniziare con tre ripetizioni di 20 squat per almeno la prima settimana di allenamento e poi, eventualmente, incrementare. Per avere un buon risultato è importante piegare completamente la gamba affinché il gluteo lavori completamente e la definizione finale sia massima.

Puoi leggere anche: