Nuoto: perchè scegliere lo Stile libero per allenarsi

Uno degli sport da sempre considerati più completi è il nuoto. Il nuoto ha la capacità di allenare tutti i muscoli del corpo contemporaneamente, irrobustendo la struttura e tonificando i muscoli. Affinchè possa servire, però, è necessario nuotare con criterio e seguendo uno stile ben preciso che ci consenta di fare i movimenti giusti. Pensare di iscriversi in piscina per fare giusto un paio di vasche senza fare un reale sforzo, non servirà come allenamento.

Affinchè l’allenamento funzioni, deve essere costante e anche eseguito nel modo corretto. la scelta dello stile è abbastanza indipendente poichè, comunque, tutti gli stili vanno a stimolare i muscoli del corpo e quindi sono adatti. Probabilmente, quello più completo di tutti, è lo stile libero. Lo stile libero allena e fa muovere sia le braccia che le gambe e, di conseguenza, è in grado di tonificare tutta la muscolatura contemporaneamente.

Rispetto ad uno stile come la farfalla,o il delfino, o il nuoto a dorso, lo stile libero, coinvolge tutto il corpo in ogni movimento, cosa che non avviene negli altri casi. Negli altri casi, infatti, lo sforzo è concentrato solo su una delle parti del corpo, quella superiore o quella inferiore e, di conseguenza, l’allenamento sarà maggiormente efficace in quelle parti. Questo non significa che non ci si possa allenare con uno stile che non sia quello libero, ma che comunque i risultati migliori si otterranno con quello.

Stile libero: come farlo correttamente per allenarsi

Lo stile libero, nonostante la parola, ha delle regole che devono essere seguite affinchè sia davvero efficace. Le gambe e le braccia devono essere ben tese quando si esegue l’esercizio per essere sicuri che sia eseguito nel modo corretto e che la muscolatura lavori bene. Se la muscolatura non viene stimolata nel modo corretto, si rischia di peggiorare la situazione e di incorrere in dolori muscolari anche molto acuti. Se necessario è meglio ricorrere all’aiuto di un professionista che può correggere il movimento.

Inizialmente è comunque consigliabile iscriversi ad un corso per imparare il movimento corretto e poi, in un secondo momento, si può decidere di proseguire da soli con l’allenamento. Il nuoto è uno sport liberatorio e utile ma anche molto faticoso, soprattutto all’inizio per chi non è allenato. E’ consigliabile, dunque, iniziare con un paio di sedute d’allenamento alla settimana senza esagerare. Con l’andare del tempo, si potrà poi aumentare a tre volte a settimana in modo da bruciare più calorie e sentirsi meglio. Con l’andare del tempo, se l’esercizio è corretto, sarà proprio il nostro corpo a chiederci qualche allenamento extra e la fatica non si sentirà più.

Puoi leggere anche: