carambola frutto

Carambola frutto: descrizione, proprietà e calorie

La carambola è un frutto esotico dalla forma singolare, che durante il taglio fa acquisire a ciascuna fetta le sembianze di una stella a cinque punte. Il frutto della carambola ha origini esotiche, infatti è originario dell’India e dello Sri Lanka.

La carambola è raccolto dall’Averrhoa Carambola, un albero sempreverde che nel periodo della fioritura si colora di bellissimi fiori rosa. Sebbene da maturo assuma una colorazione giallastra, è utilizzato quando è verde, ossia acerbo, nelle preparazioni culinarie asiatiche.

Carambola: proprietà, benefici e controindicazioni del frutto

La carambola è un frutto a stella poco conosciuto, ma dal sapore davvero irresistibile, che inebria il palato fin dal primo assaggio. La sua buccia sottile, ha una colorazione che va dal giallo all’arancione, emana un odore intenso ed è molto gradevole al gusto. Il suo sapore sembra ricordare quello dell’ananas, del limone e della papaya.

La carambola è un frutto utilizzato poco in Occidente, il suo impiego è riducibile all’ambito della decorazione di piatti, dolci o cocktail. Eppure, il consumo di questo alimento apporta innumerevoli benefici che bisognerebbe conoscere a fondo. La carambola, oltre a essere ricca di vitamina C e potassio, apporta diversi benefici al sistema cardiocircolatorio e ha proprietà:

  • Analgesiche
  • Antipiretiche
  • Antinfiammatorie
  • Antiossidanti

Consumare la carambola significa quindi nutrirsi di un frutto davvero ricco, che tuttavia non è indicato per i soggetti affetti da patologie renali o che si sottopongono a dialisi. Infatti, la carambola racchiude grosse quantità di acido ossalico e neurotossine, che devono essere filtrate dai reni. Per tutti coloro che godono di buona salute, invece, la carambola si afferma quale un ottimo alimento, capace di restituire attraverso un consumo regolare, una grande quantità di benefici.

Le calorie della carambola: proprietà nutrizionali del frutto

La carambola è un frutto ricco di sostanze nutritive, ma povero di grassi: è infatti un ottimo alleato per coloro che vogliono perdere peso, nutrendosi con cibi sani. La carambola è un frutto versatile, poiché può essere consumato da solo o in concomitanza a diverse preparazioni culinarie, come ad esempio le insalate.

Le proprietà nutritive della carambola sono la vera scoperta inerente a questo alimento poco conosciuto: il frutto apporta pochissime calorie, circa 36 per 100 g di prodotto, per cui è vivamente consigliato nelle diete ipocaloriche. Possiede, inoltre, solo lo 0,8% di grassi e 9,38 g di carboidrati. Consumare la carambola in modo regolare consente di cibarsi con un frutto dal sapore irresistibile, che apporta numerosi benefici al proprio organismo, disintossicandolo dalle tossine.

Il gusto particolare della carambola deriva da un forte contrasto: il frutto appare dolciastro con un retrogusto aspro, per questo nei paesi tropicali è spesso utilizzato spremuto come se fosse un limone. Nei Paesi d’origine la carambola è anche consumata cotta o utilizzata per la preparazione di confetture dal sapore intenso.

La carambola è poco consumata in Italia: data la scarsa richiesta risulta spesso introvabile. Gli appassionati di frutti tropicali non potranno però fare a meno di mangiare questo frutto: il suo sapore è molto intenso e i suoi benefici sono molteplici!

Puoi leggere anche: