Come si calcola il ciclo mestruale

Il calcolo del ciclo mestruale, nonostante possa variare da donna a donna, è sostanzialmente solo uno. Il ciclo mestruale è quell’intervallo di tempo che trascorre tra una mestruazione e la mestruazione successiva e che si calcola partendo dal primo giorno di comparsa del ciclo fino ad arrivare al giorno immediatamente precedente alla comparsa del ciclo.

Solitamente il ciclo mestruale dura 28 giorni e l’ovulazione dovrebbe avvenire circa 14 giorni prima della mestruazione successiva. Questo calcolo è attendibile ma comunque sommario se si considera che ogni donna ha una fisiologia molto diversa da tutte le altre e che, quindi, può avere un ciclo più lungo o più corto rispetto ai 28 giorni canonici.

Spesso non si ha un ciclo precisamente di 28 giorni ma la mestruazione è comunque considerata regolare se avviene ad intervalli più o meno simili, che siano di 28 giorni , 26 oppure 30.

Perchè è importante tenerlo sotto controllo?

È molto importante cercare di mantenere un conto delle proprie mestruazioni per capire se si è regolari o se, invece, si hanno magari problemi di irregolarità magari imputabili a qualche altra problematica che, magari, non è da sottovalutare.

In linea di massima se le mestruazioni si presentano intorno ai 4 giorni, prima o dopo i 28 canonici, non dovrebbero esserci particolari problemi ma, se così non fosse, conviene fare un controllo ginecologico che accerti il completo stato di salute.

Nonostante molte ragazze siano completamente in salute e non abbiano problemi di alcun tipo, hanno un ciclo molto irregolare a causa magari di problemi con il peso, ed è quindi comunque conveniente recarsi dal ginecologo che magari indicherà l’utilizzo di regolarizzanti, come ad esempio la pillola, che possano consentire un flusso più regolare e in alcuni casi far diminuire i dolori mestruali.

Prima di ricorrere alla pillola è bene consultare il medico e sottoporsi agli esami di rito che scongiurino eventuali problemi successivi e, solo dopo aver avuto l’ok, procedere con la somministrazione della cura indicata.

Soprattutto le ragazze in giovane età e che magari hanno appena iniziato il loro ciclo mestruale si trovano davanti a qualche irregolarità dovuta solitamente all’assestamento del ciclo che magari, all’inizio, risulta essere particolarmente doloroso e irregolare.

È in generale sconsigliabile iniziare ad utilizzare la pillola contraccettiva in giovane età, per tutte le conseguenze del caso, e bisogna essere assolutamente certi che sia completamente indispensabile l’utilizzo e che non ci siano magari integratori o altri metodi che possono aiutare a stabilizzare le mestruazioni senza esagerare con i medicinali.

Puoi leggere anche: