La dieta chetogenica funziona?

Dimagrire in salute si può? Ci sono diversi regimi alimentari che aiutano a ridurre peso corporeo senza troppe sofferenze e sacrifici; una delle migliori è la dieta chetogenica.

Grazie a questa strategia nutrizionale è possibile “costringere” l’organismo umano a consumare necessariamente le fonti lipidiche (contenute nella carne) e i protidi animali e vegetali che si assumono con la dieta.

In buona sostanza, la dieta chetogenica è un regime alimentare molto indicato nei casi clinici in cui si voglia dimagrire in modo veloce e si necessiti di esaurire le riserve adipose accumulate.

Come funziona questo regime alimentare a bassissimo contenuto di carboidrati? Vediamo meglio in questa guida di capire quali sono i pilastri di questo regime Low Carb e se effettivamente dà i frutti sperati. 

Dieta chetogenica: cosa significa?

Si tratta di un regime alimentare che produce corpi chetonici ovvero un residuo del processo metabolico della produzione energetica che viene costantemente prodotto in quantità minime e viene smaltito durante la minzione e la ventilazione polmonare.

Chi segue questo regime alimentare ha un livello di corpi chetonici superiore rispetto alla condizione normale e l’eccesso di corpi chetoni (chetosi) ha effetti dimagranti.

Il PH del sangue in tali condizioni di chetoacidosi si abbassa e l’organismo umano inizia ad utilizzare come fonti di energia i lipidi e le proteine animali e vegetali, in luogo dei glucidi e zuccheri che non vengono introdotti.

Keto Diet: principi basilari e risultati

Esistono diverse tipologie di regimi alimentari che si basano sul consumo di proteine animali e vegetali in luogo dei carboidrati e degli zuccheri che sono tutte riconducibili alla dieta chetogenica.

La keto diet è un piano nutrizionale che si basa su diversi pilastri fondamentali che fungono da regole:

  • basso contenuto calorico
  • riduzione totale (eliminazione) dei carboidrati e glucidi, per questo è detta Dieta Low Carb,
  • elevato consumo di proteine sia di origine animale (contenute nelle carni bianche e nel pesce) sia di origine vegetale (legumi, ortaggi freschi).

I protidi di origine animale e i grassi contenuti nella carne, nel latte e formaggi sono “consumati” come fonte di energia: in tale modo il corpo produce chetoni che sono utilizzati dalla struttura muscolare in sostituzione dei carboidrati che non sono introdotti.

Esempio di Piano di Dieta Chetogenica

Gli alimenti “nemici” per chi segue una dieta chetogenica sono ascrivibili, infatti, a tutti gli alimenti ricchi di carboidrati: pasta, pane, cereali, legumi, frutta, dolciumi.

Un esempio di regime alimentare Low Carb può essere il seguente:

Colazione: spremuta d’arancia amara con fette di prosciutto crudo o cereali integrali e vasetto di yoghurt o fetta di azzimo con salmone e burro

Pranzo: uova sode con contorno di spinaci o arrosto di tacchino con ripieno di bieta e pinoli o bistecca alla fiorentina con tortino di patate e ceci

Cena: orata al forno con piselli o petto di pollo alla griglia con bietole al vapore o grigliata di costolette di suino con verdure.

La dieta Keto è ideale e funziona per chi vuole dimagrire velocemente: in ambito clinico molti medici preferiscono questo tipo di dieta per velocizzare il dimagrimento nei soggetti obesi.

Non solo, questa terapia alimentare aiuta a curare certe patologie metaboliche come l’iperglicemia e l’ipertrigliceridemia e, in pediatria, è molto interessante per curare l’epilessia infantile.

Tips: seguitela solo se controllati da un medico, altrimenti preferite sempre quella mediterranea.

Puoi leggere anche: